L' A R T I S T A
M O S T R E
O P E R E
L' A S S O C I A Z I O N E
E V E N T I
C O N T A T T I
 F O L L O W   M E  
 
NEWS  
NEWS


Aggiornamento del Catalogo Generale


L'Associazione Culturale Enzo Brunori, in previsione della stampa di un aggiornamento del Catalogo Generale che documenti le opere di Enzo Brunori ancora non catalogate, prende in esame e registra in collaborazione con la Galleria Vittoria di via Margutta 103 a Roma, opere su tela, carta, tavola, incisioni, sculture, rilievi, mosaici, pezzi unici

Gli interessati possono inviare n. 3 foto dell'opera ( di cui n.1 foto del retro). Le fotografie dovranno essere realizzate in maniera professionale e a colori nel formato cm.18x24, allegando il modulo di richiesta con le informazioni dettagliate (titolo,misure, anno, tecnica, provenienza) da qui scaricabile.

La documentazione dovrà pervenire presso la Galleria Vittoria all’attenzione di Tiziana Todi o via e-mail all'indirizzo info@enzobrunori.it

Una foto sarà restituita quale documento di avvenuta archiviazione dell'opera

.............................................................................................................................

Brunori a Roma

Lo studio legale CFS Legal in Roma (via Bruno Buozzi 32), ha messo a disposizione i propri locali per una piccola mostra permanente dei quadri di Enzo Brunori. In questo momento sono visibili 7 opere. Gli interessati possono recarsi liberamente presso lo studio negli orari lavorativi per ammirarle, e/o eventualmente acquistarle.


Photogallery delle opere presenti alla mostra
.....................................................................................................................

Collezione Privata

Scoperte presso una collezione privata di Roma alcune opere sconosciute:4 pannelli formato 152 x 32 cm realizzati da Brunori nel 1955, con pastelli a cera/olio su carta intelata, per essere montati su una porta scorrevole nell'appartamento degli amici e collezionisti Prof. Guglielmo Nocera e sua moglie Magda. Staccati dal supporto originario sono stati poi incorniciati: uno separatamente e gli altri insieme.

Contestualmente è stato anche trovato un piccolo olio formato 20 x 30 cm di Vittoria Lippi datato 1953 che testimonia il suo primo periodo post-cubista.